05 giugno 2014

L'incostanza è donna o crafter?

Ho visto che è da un pò che non condivido con voi i miei pensieri. Si ogni tanto penso effettivamente, ma non sempre condivido! :-)

Scherzi a parte stavo riponendo la biancheria nell'armadio e mi sono guardata in giro. Bè premetto che il mio armadio è nella camera ... "delle pazzielle", che tradotto vorrebbe dire: nella camera dove c'è il computer, il mobiletto e il tavolo per i mie esperimenti di crafting e dove si gonfia il materasso gonfiabile per gli ospiti. Una camera tutto fare insomma!

Dunque mi guardavo in giro ed ho visto nell'ordine:

1) sul tavolo da lavoro una card di compleanno commissionata e finita, alcune decorazioni messe da parte per essere utilizzate in un album per un maschietto, riviste scrap, due contenitori riciclati dalla frutta che vorrei ricoprire e farne ... non so cosa!, cartoncini e carte colorate e disegnate che voglio riciclare punchandole, degli schizzi che ho fatto per realizzare altre due cards di compleanno;

2) su un ripiano della libreria un contenitore con lana nera e inizio di sciarpa da realizzare per me, poi è venuta l'estate e ho interrotto; contenitore con uncinetto e gomitoli di cotone pronti per realizzare degli orecchini, perchè secondo me la stagione migliore per gli orecchini all'uncinetto è l'estate... non so perchè però! E vabbè ... i soliti libri - questi ... intrusi! :-);

3) poggiata su una sedia la mia borsa realizzata da un jeans vecchio, mostratavi parecchi posts fa e ripresa perchè la voglio foderare e realizzare una chiusura applicando una zip. Quest'ultima cosa per me particolarmente ostica perchè non ho proprio idea di come si faccia. Nel frattempo però ho impunturato (bella parola vero?) cioè ho fatto delle cuciture a macchina sulle tracolle che mi sembravano andare a vento. Credo che impunturare sia la parola sia adatta. Ah! ovviamente in un angolo a terra, sempre della stessa stanza,  c'è la macchina da cucire perchè: "chelaposoafaresedevocompletarelaborsa?"  scritto volutamente così tutto di un fiato :-)

4) su un lato della stanza al tavolo col computer ci sono io che scrivo questo post :-)

Ora io potrei anche mostrarvi 'sto casino che c'è nella stanza con delle foto, ma mi vergogno. Credetemi sulla parola! E' davvero un bel disordine :-)

E quindi guardandomi in giro mi sono chiesta: "ma sono solo io ad essere così incostante nelle mie cose oppure è generale dell'universo femminile questa condizione?"

La mia amica Roberta - che fa dei lavori all'uncinetto bellissimi e realizza borse, sempre all'uncinetto, bellissime - dice che siamo tutte così noi crafter: mille cose iniziate e portate a termine prima o poi: "perchè a noi ci piace sperimentare!" ... Vabbè ... Ma sarà così? No perchè io invece penso che sia io la "sbagliata" e troppa carne a cuocere metto contemporaneamente! 

E quindi torno alla mia domanda: siamo noi donne in generale ad essere incostanti o solo noi crafter? 
Che poi bisognerebbe specificare se l'incostanza delle donne sia proprio mutevolezza o sia invece necessità e capacità di impegnarsi su più fronti contemporaneamente. E anche per le crafter questo impegnarsi su più fronti è incostanza o creatività?
Mah! Ai nostri congiunti l'ardua sentenza! :-)

Vi lascio con questa domanda senza risposta: io non ne ho! :-)

A presto


Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver lasciato un pensiero.

LinkWithin

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin