07 luglio 2015

Matrimonio ultimo atto: il tableau

Eccomi qui con l'ultimo lavoro per questo matrimonio: il tableau. 

Vi devo dire che è stato molto divertente lavorare su una piattaforma inusuale che richiedeva un montaggio al mattino stesso, e che prima del giorno del matrimonio si potesse solo ipotizzare come fosse! 
Menomale: è andata bene! L'avevamo (con la sposa) ideato bene ed il montaggio è stato davvero semplice.
Ovviamente non poteva mancare una foto che mi immortalava vicino alla creazione! :-)

Dunque il tema era sui viaggi degli sposi. La cosa carina era che il tutto era pensato anche come giochino per gli invitati.

Ogni tavolo era ispirato ad una meta e sul tableau era individuato con un disegno tipico del posto. 
Ad esempio per New York ovviamente l'immagine era la mela. Per Mauritius il Dodo e così via.

Sui rispettivi tavoli gli invitati non avrebbero trovato l'immagine ma il nome del posto ... Se non lo avessero indovinato avrebbero potuto sedersi solo sperando in pochi posti liberi! Insomma un piccolo quiz! Carino vero?

La carta di base per la stampa dei tavoli è la stessa usata per l'interno della partecipazione, quindi quella avorio fatta a mano.

Questa è stata tagliata con la tecnica a strappo, la stessa usata per le partecipazioni. Forse ho dimenticato di scriverlo nel precedente post. Questa tecnica è una cosa banalissima: in pratica strappare i bordi del foglio per dargli un andamento meno lineare. 
Il trucco da mettere in atto è che va leggermente bagnato, con un cotton fioc ad esempio, il bordo da strappare, in modo da creare una linea guida e non fare pasticci. :-)
Il bordo così ottenuto è stato poi tamponato con un timbro color arancio.

Le immagini sono state stampate su carta fotografica e mattate con un cartoncino color arancio.

Questi fogli sono stati montati su di un nastro di raso arancione con delle mollettine color legno e un puntino di colla. Il nastro è stato a sua volta montato sulle balle di fieno sistemate non in modo lineare per dare un aspetto casuale e rustico.

Il titolo del tableau è stato scritto sulla lavagnetta a forma di cuore con gessetti color pastello.

Decorazioni varie a completare: girasoli, un pò un tema dominante, altri fiorellini e del toulle, giusto per ricordare che era comunque un matrimonio! :-)

Sposi ed invitati soddisfatti. Ovviamente anche io!

A presto






3 commenti:

  1. Ma i Puffi, sarebbero la Germania?
    Ma poi, tu, non eri bruna ? Hahahhaha.
    Complimenti per il lavoro, idea molto originale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Nunzia, gli anni avanzano e i capelli ... imbiondiscono! ;-)
      In realtà i Puffi sono Belgi, però loro, così come la Trabant per Berlino, hanno dato un pò di pensieri agli invitati. :-)
      Grazie dei complimenti. Divido il merito con la sposa.

      Elimina
  2. Comunque stai bene anche "bionda". Aspetto le altre tue iniziative.

    RispondiElimina

Grazie per aver lasciato un pensiero.

LinkWithin

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin