04 giugno 2011

... E poi piango se la bilancia ride!

E' inutile. Non ha senso "sperare" di dimagrire, deprimersi perchè la bilancia ti fa le pernacchie ... e però continuare a cucinare!
Ma se i nipoti che vivono in Spagna ti regalano la "paella" pr cucinare la Paella, col diffusore per il gas così da diffondere meglio il calore per una cottura ottimale e ti danno pure la ricetta di famiglia che si fa? Non si prova? SI PROVA!!!



Ora, mi spiegava la moglie di mio nipote, che in Spagna la ricetta della Paella è un pò come per noi napoletani la ricetta della Pastiera: ogni famiglia ha la sua.

Questa è quella di sua nonna. E' un pò monocromatica è vero, perchè in realtà non ho trovato peperoni rossi, immaginatela con quelli.
E' un pò articolata nel senso che le verdure, così come il pesce (calamari, gamberi e gamberoni, poche cozze e vongole), sono aggiunti in base ai tempi di cottura ... ovviamente direte voi ... anche se a me non è mai venuto in mente di valutare questo aspetto dei cibi quando spadello qualcosa! :-) E quanta strada ho ancora da fare!

Comunque questa foto è dedicata ai miei "nipotini" a dimostrazione che alla fine la "paella" l'ho usata!
E visto il sapore la posso anche riusare! :-)

Ma se fosse solo la Paella una tantum di certo non dovrei avvilirmi quando rispolvero la bilancia pesapersone. Invece no! Sto diventando recidiva!

Il due giugno a casa di un'amica ho assaggiato delle ottime Chioccioline di pasta di pane farcite con un patè al peperoncino. BUONISSIME e simpatiche come aperitivo sinceramente. Mi sono voluta cimentare subito e ho approfittato della partita della nazionale di ieri sera con visita di nipote e compagna (un altro ... ne ho 8 .. e ne sono ben felice!). Però l'ho rienterpretato a modo mio.

Visto che avevo previsto come piatto forte della cena del pesce al sale ho pensato di fare queste Chioccioline in sintonia con questo e quindi ....

Chioccioline al pesto e misto mare



La foto non rende bene l'idea, è un pò scura, ma vi assicuro che il sapore è buono, non ne sono avanzate ... e sono davero velocissime da fare.
L'idea è nata dal fatto che abbiamo ancora del pesto dello scorso anno surgelato e che va assolutamente utilizzato altrimenti dove lo mettiamo quello della produzione 2011?

Dunque la pasta di pane l'ho comprata e l'ho stesa per bene. Anche quella già confezionata come base per pizza a mio avviso è ottima.

Ho steso il pesto in modo da coprire quasi ogni punto della base. Quando al mattino ho comprato le orate ho visto che la mia pescheria di fiducia aveva un misto per pasta (fatto da Massimo ovviamente), composto da pezzettini di salmone, pesce spada e calamaro.
Mi son detta: "andrà benissimo".
L'ho quindi passato in padella con un pò di olio forte e l'ho fatto cuocere stando ben attenda a far asciugare tutto il liquido. Insomma deve essere ben rosolato. Ho arrotolato il tutto, l'ho tagliato a fettine e l'ho infornato in forno caldo per circa 10 minuti.

Insomma ho scoperto un nuovo e veloce aperitivo. Grazie Nina!

Ora però sarebbe il caso di pensare seriamente ad una dieta ... FORSE !! :-)

A presto!

3 commenti:

  1. Secondo me...è ora di mettere via la bilancia e di non pensare alla dieta!!!

    RispondiElimina
  2. dici che non ho speranze vero??!! :-(

    RispondiElimina
  3. Ahahahah! Vuoi sapere come ho risolto il problema della linea io? Rimanendo incinta!!! Non ci crederai ma sono dimagrita un sacco! E ti posso assicurare che mangio tutto (non mi faccio assolutamente mancare nulla) ma un po' meno rispetto a prima! E mi sento -paradossalmente- più leggera!

    RispondiElimina

Grazie per aver lasciato un pensiero.

LinkWithin

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin