17 ottobre 2014

Sciarpa? Si! Anche se fa caldo

Si fa caldo, caldissimo! Un ottobre così dopo i mesi di giugno e luglio e anche un pò agosto, sinceramente non me lo aspettavo!
Ovviamente io con questo caldo che faccio? Lavoro a maglia! E giustamente direte voi, così quando arriveranno i primi freddi io sarò pronta. Si il discorso non fa una piega se non che con 27 gradi fuori la finestra, mi sembrava un tantino strano .... 

Ma poi mi sono ricordata di un settembre del 1980, quando con le amiche dell'estate, sulla spiaggia si sferruzzava.

Io sono quella con la faccia non oscurata, purtroppo ho perso le tracce di alcune di loro e non posso quindi chiedere se vogliono apparire in questo blog. Non sono cambiata poi tanto ho sempre i capelli corti solo che ora sono bionda ... a causa di forza maggiore! :-)

Comunque non ho idea di cosa sferruzzavamo e io non ricordo quel maglione in giro, ma il punto è - lo so ho preso la tangente come spesso accade - che in estate si lavora la lana! Perchè così siamo pronte per l'inverno.

Ho trovato due gomitoli di lana nera con un pò di argento.

Dove direte voi? In casa, non ho idea da dove vengano e chi l'abbia lavorata. Però mi è tornata proprio utile perchè a me una sciarpa nera, mancava!

Mi piaceva l'idea di una lavorazione un pò pienotta, tipo quelle che si sono viste gli scorsi inverni ma lavorate con un gomitolo apposito. Girovagando nella rete ho trovato, cercando lavorazione a spirale, un tutorial di "uncinetto2puntozero" che mi è sembrato davvero facilissima. Ed in realtà lo è. Perchè sono solo tre giri, con aumenti costanti: 3 MA ogni catenella il primo giro, e 2 MA ogni maglia alta sottostante per il secondo e il terzo.


Mi sono quindi lanciata a luglio in un giorno di pioggia torrenziale. Arrivata quasi alla fine del secondo giro, mi sono resa conto che la lana non bastava.


Poi è arrivato un pò di caldo, i nipoti e la sciarpa è rimasta lì. Dimenticata ... ma non tanto.
L'ho quindi ripresa in mano qualche settimana fa ed ho pensato di ridurre il numero di catenelle in partenza per risparmiare lana.
Se non sbaglio il tutorial parlava di 170 e io sono partita con 120.
Dopo poco l'inizio del terzo giro mi sono accorta che la lana non bastava! E quindi ho scucito di nuovo, con grande ilarità del maritozzo che mi guardava, ed ho ricominciato.

Stavolta ho messo 100 maglie di partenza!

Diciamo che è andata piuttosto bene .... poco oltre la metà del terzo giro ho capito che non ce la potevo fare con la lana, ho quindi evitato di aumentare da quel momento in poi. Fiduciosa che nell'insieme non si sarebbe notato. 
Ma nemmeno così sono arrivata alla fine. :-( 

O meglio io alla fine ci sono arrivata. Perchè sono un pò pasticciona e un pò, se ho per troppo tempo davanti qualche lavoro lo so che alla fine non lo completo. Pertanto ..... circa quattro dita di sciarpa non hanno il terzo giro! Notate qualcosa? No vero? Se la porto così non lo vedrà nessuno! ;-)
E così la mia dolce metà non mi ha ulteriormente presa in giro, io ho consumato altri due gomitoli di lana che vagavano per casa e ho la mia sciarpa nera pronta per l'inverno! Se mai questo dovesse arrivare :-)

A presto

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver lasciato un pensiero.

LinkWithin

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin